7 nov 2019

JUNK JOURNAL

Buongiorno,  buongiorno, 
mi scuso intanto con chi mi segue, ma non sono riuscita 
a stare dietro ai tempi e seguire bene il blog come si deve ...



ho comunque  continuato alla sera, come d'abitudine,   a slavoricchiare;
questo mi aiuta molto a rilassare; in più spinta dalla voglia di imparare, 
quest'anno sono andata alla ricerca di  tecniche nuove....



per mettermi alla prova...  così questo autunno sono approdata alla scoperta
 dei Junk journal , 



spinta da un'ideuzza che vorrei realizzare nel prossimo anno....


Ho studiato vari video su youtube  e sono partita con il primo lavoro,
molto semplice...tanto per provare..... e lo vorrei condividere per sentire
i vostri pareri sinceri.....




Premetto per chi non lo sapesse, i Junk journal sono una sorta di libri dove 
annotare,  disegnare, scrivere e incollare qualsivoglia pensiero e realizzati
in teoria totalmente con materiale di scarto che si ha in casa; 


chi lo realizza lascia pagine vuote appositamente perchè chi lo riceve e usa
 possa avere ampio spazio;


ho cercato di non acquistare nulla 
ma di utilizzare tutti gli  avanzi di carta, pizzi e colori che avevo in casa. 



Alla  copertina ho applicato un ricamo realizzato 
da uno schema free offerto da La comptesse 


ho utilizzato carta velina del fioraio, carta da cucina invecchiata col caffè,


vecchie carte da decoupages, una vecchia carta da parati, 
pagine di vecchi libri,


ritagli di carta da pacco e pezzetti di carta profumata per cassetti,

 
tags fatte con ritagli di copertina di quaderni di mia figlia,


e tanta carta  A4 invecchiata col caffè


per mantenere il tema "autunno" con i suoi colori.


Per fare un esempio di utilizzo, questa bustina contenente delle tags,
qua  sotto l'ho realizzata con la carta da cucina avanzata
 dall'invecchiamento della carta nel forno e cucita sui due lati

e la taschina a sx era un pezzetto di carta da parati avanzata
dalla ns casa di campagna negli anni  80



le carte da decoupages sono vecchie anche loro,
pensandoci bene avranno una ventina d'anni circa


Insomma, se non si è capito, mi sono divertita tanto a scegliere, mescolare,
incollare,  ritagliare. assemblare e pitturare....

Attività serale perfetta per rilassarsi...






9 set 2019

Un estate senza lavanda?

I miei  cespugli di lavanda 
ogni estate oltre a tanto
 profumo mi regalano 
sempre tanti fiori 
così che alla tentazione 
di realizzare qualcosina 
di nuovo a tema non resisto....

Grazie a uno schema 
gentilmente regalato 
e un cestino coprivaso è 
nato un cestino 
portavaloro.....

Da belle semplici provette di vetro....
dei pensieri per le amiche


e da un pezzetto di avanzo 
di lino da tovagliato 
tre semplici cuscinetti 


Ho ancora un po di lavanda
 che ho riposto in un vaso, 
per ora....poi si vedrà....



29 lug 2019

Oh mamma!!!

Ma quanto tempo è passato dall'ultimo post?! 
Non me ne ero nemmeno resa conto...
nn so perchè ma questi giorni passano così in fretta ultimamente 
e riesco a fare la metà delle cose che avevo intenzione di realizzare...

Non che non abbia fatto nulla; anzi continuo ancora a realizzare tante 
cosucce alla sera...sera per rilassarmi e il mese di giugno è stato il mese 
delle mie prime cose in altri settori della creatività....da dove parto?
Ma si da quà...


Volevo da sempre realizzare un libro tessile (mannaggia al tempo)
e grazie a un sal organizzato da Marta ho fatto il mio primo 
libro  della gratitudine 


Le misure erano fisse 10x10, la tecnica di realizzazione era 
a scelta fra mixed media e patchwork


io ho guardato cosa avevo in casa, 


tante carte e l'amore per il cucito


 mi hanno fatto realizzare questo piccolo librettino


e ogni pagina parla delle mie passioni e di ciò che amo


perchè non conoscevo bene chi lo avrebbe ricevuto,
le sue passioni e i suoi interessi 


Spero le sia piaciuto e ammetto....


io mi sono divertita tanto e mi sa che questo primo 



non rimarrà l'unico...... 


ne ho già un altro in mente...


perchè giocare care con carte e stoffe rilassa molto.
A presto.....besitos